Eleonora Amira/Cultura araba /Buon Natale in arabo: si può dire? E se sì, come?
Buon Natale in arabo

Buon Natale in arabo: si può dire? E se sì, come?

Nei paesi del Medioriente si può augurare “Buon Natale”? Si festeggia questa festa? E se sì, come si dice Buon Natale in arabo?!
Oggi faremo un breve viaggio nel mondo arabo per vedere se e in che modo questa festività viene festeggiata e soprattutto impareremo a fare gli auguri in arabo!

Una delle convinzioni più profonde ed errate vedono spesso associare: Arabo = Islam. Abbiamo parlato tempo fa del Ramadan, potete rileggere l’articolo dedicato al Ramadan qui, e abbiamo sfatato alcuni miti, tra questi anche la convinzione di ritenere che tutti gli arabi siano musulmani.

Oggi vedremo nello specifico cosa succede nei Paesi arabi quando si avvicina il Natale. Questa festa, lo sappiamo tutti, celebra la nascita di Gesù e proprio per questo rappresenta una delle festività Cristiane più importanti.
Cosa succede a Natale quindi nei paesi arabi?

Il Natale in Medio Oriente

Intanto partiamo da un presupposto che magari non tutti sanno: Gesù viene riconosciuto dalla religione Islamica, ma solo come profeta. I musulmani non festeggiano quindi la sua nascita pur riconoscendone la sua figura.

Come già anticipato però non tutti gli arabi sono islamici ed è possibile trovare anche persone che professano il culto del cristianesimo nei paesi mediorientali.

In questi paesi il Natale viene riconosciuto e viene concesso ai cristiani di poterlo celebrare liberamente, anche prendendo delle ferie da lavoro se lo desiderano, pur non essendo comunque considerata una festività nazionale.

Occorre precisare, però, che non tutti i paesi arabi prevedono questa libertà: in Arabia Saudita, in cui l’Islam è la religione di Stato, è assolutamente vietato il culto di religioni differenti e sono consentite le celebrazioni cristiane solo negli spazi privati.

Pensare ad un Natale senza luci, addobbi e decorazioni natalizie per noi è difficilissimo, ma è proprio così che dobbiamo invece immaginarlo tra i principali paesi arabi. Anche dove il Natale è riconosciuto non è infatti comunque possibile allestire alberi, luci e presepi in pubblico.

natale arabo

Ci sono delle eccezioni: nei paesi più liberali o in quelli dove è più diffusa la religione cristiana si trovano strade decorate, vetrine con addobi natalizi e abitazioni private piene di luci e colori tipici di questa festa.
In questi Paesi il concetto di Natale è molto più simile a quello che abbiamo nel nostro immagiario comune

E allora.. chiudiamo gli occhi per un attimo e immaginiamo di poter (magari 😉 ) partire per Dubai e poter trascorrere il Natale tra Mercatini di Natale e spiaggecome augurereste, a Dubai, un Buon Natale?

Come si dice Buon Natale in arabo?

Proprio perché, nella maggior parte dei paesi arabi, non solo non è vietato festeggiare il Natale, ma è anche legittimo esistono dei modi specifici per fare degli auguri. Vediamoli insieme!

In arabo nascita si dice “Meelaad”, ma quando parliamo del Natale non parliamo di una nascita qualsiasi, ma DELLA NASCITA più importante di tutte. Per parlare quindi del Natale si usa l’articolo “al” prima della parola “Meelaad”.

Per dire Natale, quindi, si fondono le parole al (la) e meelaad (nascita) e si va a formare la parola: Almeelaad (Natale).

Buon Natale in arabo

Per indicare la festa del Natale, si dovrà aggiungere un’ulteriore parolina: “Eid” (che probabilmente ricorderete dall’articolo sul Ramadan) che significa proprio Festa. Quindi, per parlare della festa del Natale diremo “Eid Almeelaad“.

Ora che abbiamo imparato a dire “Natale”, vediamo come usare questa parola per fare gli auguri!

E per fare gli auguri?!

Per dire Buon Natale in arabo si possono usare due forme specifiche ed una più generica adatta anche a tutte le altre feste.

Cominciamo dalle forme specifiche e tipiche del Natale.
Per dire “Buon Natale” in arabo potremo dire come prima cosa:

Eid meelaad majeed dove “majeed” significa Santo, ma esiste anche un altro modo per augurare un buon Natale in arabo, o meglio per essere più specifici per augurare un “Felice Natale”, e questo augurio si fa unendo le parole: “Meelaad sa’eed” dove “sa’eed” significa proprio felice.

Un augurio più generico, adatto non solo per il Natale è invece “kul ‘aam wa antum bikhayr“, con questo augurio si augura il meglio agli altri e lo si fa per tutti i giorni dell’anno. Proprio per questo suo significato più ampio può essere utilizzato anche per altre festività!

Se volete imparare la pronuncia perfetta di queste parole vi rimando a questo video di Maha

Ed ora che mancano sempre meno giorni al Natale.. non ci resta che continuare il nostro conto alla rovescia per poterci finalmente augurare “Meelaad sa’eed!!”

PS: come sempre, un ringraziamento speciale alla mia amica Meriem per il confronto e il supporto che mi ha dato nello scrivere questo articolo! 

No Comments

Post a Comment

7 + 1 =