Eleonora Amira/Consigli per ballerine /L’importanza della danza classica nella danza del ventre
l'importanza della danza classica

L’importanza della danza classica nella danza del ventre

Sei una danzatrice di danze orientali e ti stai chiedendo quanto sia importante aver studiato danza classica? O stai pensando di inserire la danza classica nel tuo allenamento, ma non sai se è necessario e se può avere dei benefici per te? Oggi parleremo proprio dell’importanza della danza classica per le ballerine, tutte le ballerine, anche di altri stili.

Una delle cose che mi viene chiesta, sempre, a fine dei miei spettacoli è “tu studiavi danza classica prima, vero?“. Senza rendermene conto porto molto di quella disciplina nella mia danza (e non solo nella danza). Infatti la danza classica, apporta notevoli benefici al corpo, al portamento, ma ha anche molti effetti sulla crescita e sullo sviluppo della personalità di chi la pratica.

Qualche giorno fa mi è stato chiesto: “È necessario aver studiato danza classica per diventare delle professioniste nella danza orientale?” Ecco di cosa parleremo oggi: dell’importanza della danza classica nella danza del ventre!

L’importanza della danza classica

La danza classica è una disciplina estremamente completa, io ho avuto la possibilità di studiarla da bambina e poi riprenderla da adolescente ed in entrambi i periodi (grazie sopratutto alle mie due meravigliose Maestre) ha influenzato molto la mia vita. 

Una frase che mi piace molto, legata alla danza, è questa: “La danza è una gabbia, dove si impara a volare” e penso che sia il riassunto perfetto di ciò che la danza classica permette di raggiungere.

La “gabbia” sono le regole ferree che impone lo studio di questa disciplina, ma il risultato è appunto quello di “imparare a volare”, superare dei limiti con il proprio corpo che, senza un’opportuna preparazione atletica, sarebbero impossibili da raggiungere.

Questa frase può essere applicata a tutte le danze, è vero, ma la classica più che altre segue una struttura, un linguaggio ed un’organizzazione ben precisi e senza possibilità di deroga. Studiarla da bambine è un ottimo modo per impararli e portarli con sé per il resto della propria vita.

Ma cosa si impara e qual è l’importanza della danza classica?danza classica

A livello fisico

A livello fisico la preparazione classica permette uno sviluppo completo della muscolatura di gambe e braccia. Potenziando i muscoli aumenta la forza e la resistenza. Inoltre rende il corpo elastico. Favorisce un pieno controllo di ogni singola parte del corpo: dalla testa alla punta dei piedi.

La danza classica, per via dei movimenti morbidi, ma forti, garantisce anche una postura perfetta che si riflette anche nel portamento. Le ballerine classiche hanno infatti un’eleganza che le contraddistingue proprio per questa attenzione al controllo di testa, braccia, mani e gambe. 

Tutte le lezioni di danza classica prevedono un riscaldamento alla sbarra, in cui si inseriscono di volta in volta esercizi nuovi che vanno ad arricchire la routine di allenamento. Tutti i movimenti eseguiti alla sbarra sono utili a potenziare il corpo, comprendere bene il movimento e poi eseguirlo al centro della sala senza il supporto della sbarra.

L’impegno ideale (minimo) per chi si approccia a questo stile è di 1 ora e mezza, 3 volte a settimana. L’allenamento di un ballerino professionista o che vuol diventare tale è decisamente maggiore.

A livello mentale

Ciò che dico sempre è che la danza classica insegna molto anche in termini di “vita”. Ciò che una ballerina di danza classica apprende, appena mette piede in sala, è il rispetto della disciplina. L’importanza della danza classica non è quindi solo legata allo sviluppo fisico e all’apprendimento della tecnica.

Il body, il gonnellino, le calze, lo chignon, la retina, le forcine, le scarpette: è solo la prima parte delle cose da avere sotto controllo prima di entrare in sala. Poi l’orario, la lezione inizia puntuale, termina puntuale. A lezione non si parla, si ascolta l’insegnante. Sembra rigido considerato così, sopratutto paragonato ai corsi di altre danze dove magari lo svolgimento della lezione è più informale, non è prevista una divisa e ci si fanno volentieri 4 chiacchiere. Questo è ciò che rende una lezione di danza classica diversa da altre danze e questo è ciò che permette ai ballerini di essere focalizzati sui propri risultati

Ma il rispetto della disciplina e la puntualità sono solamente un aspetto, uno degli insegnamenti più importanti che mi porto dietro dalla classica è sopratutto il rispetto del ruolo maestro-insegnante. Se viene fatto un appunto, una correzione, viene dato un suggerimento o un’osservazione dal proprio Maestro bisogna considerare che è stato fatto solo per il proprio bene o del gruppo e non si risponde mai, ma si ringrazia. Ricordo ancora ben marcati nella mente i momenti di crescita legati a quei 2-3 rimproveri ricevuti perché mi hanno fatto crescere, mi hanno fatto capire e mi hanno fatto apprezzare ancora di più ciò che le mie insegnanti stessero facendo per me: primo fra tutto il loro trasmettermi le loro conoscenze, formarmi e dedicarmi il loro tempo.

Ultimo, non meno importante, si impara a credere in sé stesse: grazie al raggiungimento degli obiettivi che ci impone il nostro Maestro! Quando si raggiungono degli obiettivi infatti aumenta la fiducia nelle proprie capacità e in chi ha creduto che realmente avremmo potuto farcela!

danza classica

La danza classica serve alle danzatrici di danza orientale?

Come anticipavo proprio all’inizio, a me viene spesso chiesto se nel mio percorso di studi io abbia inserito anche l’allenamento classico, perché -dicono- “si vede”. Succede in maniera del tutto involontaria, ma ho sempre ricevuto dei complimenti per questo e sulla base di queste osservazioni quindi vi direi di sì 🙂 serve ed aiuta!

Ma alla domanda “è necessario studiarla per diventare delle professioniste nella danza del ventre?” ovviamente la risposta è no. Non perché non sia importante, ma perché sono due stili completamente differenti, che provengono da tradizioni differenti e tra di loro non c’è un’eccessiva correlazione, sopratutto quando ci si riferisce alla danza orientale folkloristica, cambia un pochino il discorso per lo Sharqi, che ne risente maggiormente l’influenza.

Tuttavia, personalmente, consiglierei a chiunque di provare a seguire un corso di danza classica, anche a costo di iniziarlo in età adulta. Ecco quali sono i vantaggi e l’importanza della danza classica per le danzatrici di danza del ventre:

  • Migliora postura e portamento
  • Si acquisisce pieno controllo di braccia e mani, gambe e piedi
  • Si potenzia l’equilibrio e si migliora, di conseguenza, nei giri
  • Aumenta l’elasticità 
  • Accresce il proprio repertorio, inserendo movimenti nuovi

Se volete approfondimenti a riguardo, non esitate a lasciare un commento o scrivermi a: eleonora@eleonoraamira.com!

Ti è piaciuto l'articolo? Il tuo voto contribuirà a creare contenuti migliori.
  • SI 
  • NO 

No Comments

Post a Comment

92 − = 82