24 Mar
nadiyyaa

4 chiacchiere con.. Nadiyya!

Ti sei mai domandata cosa c’è dietro un abito di danza del ventre? Quei vestiti luccicanti, pieni di pietre e perle. Ricchi di tessuti preziosi. Morbidi, impalpabili. Abiti che fanno sognare chi li guarda e chi li indossa. Io mi sono domandata più volte come nasce un abito, come nasce la passione per la creazione degli abiti stessi. Ed oggi, ho le risposte!

Ho intervistato la bravissima Nadiyya, di Nadiyya Design che ci racconta cosa si cela dietro questa meravigliosa arte. 

Come nasce Nadiyya

Eleonora Amira: Ciao Nadiyya, vuoi raccontare come nasce questa passione per il cucito? E come nasce nello specifico la scelta di cucire abiti per la danza orientale?

Nadiyya Design

Nadiyya Design

Nadiyya Design: La mia passione per il cucito ha radici profonde perché è legata alla mia infanzia, quando trascorrevo pomeriggi insieme a mia nonna. La osservavo cucire e notavo con quanta passione e cura si dedicava ai suoi lavori. Mi ha trasmesso questo amore genuino per il cucito e da adulta ho avuto la possibilità di sperimentare, anche grazie alla danza orientale, il mio bisogno di creare. Danzo da circa cinque anni ed in questi anni sono stata in contatto con molti maestri validi che mi hanno dato la chiave per entrare a far parte di questo favoloso mondo. Ne ho conosciuto le radici, la storia, la cultura. Attraverso la danza orientale ho cominciato a creare modelli di abiti per i miei show ed in seguito, avendo avuto molte richieste, a creare abiti anche per altre danzatrici. Ho approfondito, quindi, le tecniche di cucito e di ricamo di alta moda. Ho conosciuto una stilista russa che mi ha guidata all’inizio del mio percorso ed ha acceso ancor di più il fuoco che rende viva la mia arte. Creare abiti per me è un’attività che stimola il mio senso artistico e dona forma e colore alla mia vita. Insomma..non riuscirei proprio a farne a meno!!

E.A.: Quando è nato il marchio Nadiyya Design? Da quanto tempo fai questo lavoro e come lo definiresti in breve?

N.D.: Da circa un anno e mezzo. Il mio è un lavoro molto affascinante, da la possibilità di imparare molte cose e conoscere artisti di ogni genere. Mi piace descriverlo con queste parole: “le mani di un artigiano sono collegate direttamente al cuore. C’è una sola vena che le alimenta e le nutre. Le sue mani raccontano storie, scolpiscono forme nelle materie e regalano sogni di lusso ed unicità. Il suo cuore è puro e la sua mente creativa, il suo lavoro è un’espressione di arti antiche in forme moderne. L’artigiano racconta e tu resti fermo ad ascoltare.” Credo che spieghi bene cosa sento quando creo.

Le sensazioni e l’unicità del cucito

E.A.: Cosa provi quando, dopo aver creato un abito, lo vendi e lo vedi indossato da chi te lo ha commissionato?

N.D.: Provo gioia, sono felice! La soddisfazione più grande di questo lavoro è proprio rendere felice il cliente; quando creo un abito do il meglio di me e voglio renderlo perfetto. Quando la danzatrice lo indossa ed è entusiasta di conseguenza lo sono anche io. Una sorta di dare/avere, è uno scambio umano.

E.A.: Vuoi spiegare perché un abito totalmente confezionato a mano ha un costo maggiore? Forse non tutti coloro che vogliono acquistare un abito se ne rendono conto.

Nadiyya Design

Nadiyya Design

N.D.: Bellissima domanda! Beh, sicuramente il costo elevato è determinato dal tempo che lo stilista impiega a crearlo. Un tempo totalmente differente da quello impiegato nel crearlo a macchina, esattamente come avviene per i grandi marchi aziendali. Altri fattori determinati sono: l’originalità dell’abito, la qualità e la quantità dei tessuti utilizzati, i pizzi, i decori creati per l’abito ed il lavoro realizzato su misura.

E.A.: In tutti i settori creativi capita spesso di ritrovarsi a pensare giorni o addirittura mesi ad una creazione e una volta realizzata viene ricopiata e replicata da qualche altra “creativa”. Ti è mai capitato? Come hai reagito e cosa hai provato?

N.D.: Sì, credo di aver visto qualcosa di simile alle mie creazioni, ma ritengo che sia un rischio molto comune ad ogni creatrice quando decide di esporre i propri lavori sul web. Sono contenta nel vedere che sono d’ispirazione ad altre creatrici, è una sorta di attestato di stima che ricevo! I miei abiti sono unici non solo per la scelta dei materiali e per lo stile ricercato, ma anche e sopratutto perché in ciascuno di essi c’è una parte di me. Quando mi capita di riscontrare qualche somiglianza quindi non me ne dispiaccio, anzi!

Nadiyya ed il suo contributo per Anastasija

E.A.: Hai di recente collaborato alla creazione di un meraviglioso evento “Dance for Anastasija: danziamo contro la leucemia!”, cosa ti ha spinto a tanto?

N.D.: Sì, è stata un’esperienza meravigliosa ed unica! Seguivo la storia di Anastasija già da molti mesi, la sua giovane età, la sua dolcezza, la sua bellezza, mi avevano colpita a tal punto da prendere a cuore la sua storia. Decisi la scorsa estate, in agosto, di scriverle per sapere come stesse e cercare di sostenerla con parole di conforto. Nel frattempo pensavo spesso alla sua situazione e a cosa potessi fare per aiutarla. Un giorno mi telefonò la mia cara amica Dalma Izzo dicendomi: “Nadia, conosci Anastasija e la sua storia? Dobbiamo assolutamente fare qualcosa per lei, io non posso stare con le mani in mano. Avevo pensato ad un evento di beneficenza e tu potresti mettere in palio un tuo abito!” Non potevo crederci: i miei pensieri avevano attratto la soluzione! Io sono fermamente convinta che nulla accade per caso, quindi fui subito d’accordo con lei ed insieme abbiamo dato vita all’evento “Dance for Anastasija”. Un vero successo!

Consigli e contatti

E.A.: Cosa consiglieresti a chi desidera avvicinarsi al mondo del cucito?

Nadiyya Design

Nadiyya Design

N.D.: Consiglio di percorrere con determinazione il proprio sentiero, anche quando si fa tortuoso. Ho capito che le difficoltà sono inevitabili e fanno parte di ogni percorso, conducono ad una solida crescita personale. Consiglio, inoltre, alle creative di stimolare sempre la sfera della creatività e prendere al volo ogni opportunità di studio e di crescita che si presenta davanti alla propria strada.

Eleonora Amira: Come si possono acquistare invece i tuoi meravigliosi abiti? Puoi dirlo a chi ci sta leggendo?

Nadiyya Design: Certo! Gli abiti Nadiyya Design si possono ordinare mandando una mail a: bazarnadiyya@gmail.com o contattando me tramite la mia pagina Facebook Nadiyya – bellydance costume design.

Ringrazio Nadiyya Design per il suo tempo e per averci spiegato cosa c’è dietro un lavoro simile. Ed ora.. non vi resta che andare a dare uno sguardo alle sue creazioni!

Ti è piaciuto l'articolo? Il tuo voto contribuirà a creare contenuti migliori.
  • SI 
  • NO 
Tags:

About Post Author

Leave a Reply