Eleonora Amira/Interviste /Anna R. Carrino tra disegni, danza e umorismo

Anna R. Carrino tra disegni, danza e umorismo

Danza e disegno: come possono convivere due passioni “in apparenza” così diverse? Provando, ad esempio, a disegnare la danza? Sembra essere stata questa la scelta di Anna R. Carrino, un’insegnante e ballerina di danza del ventre, nonché disegnatrice. Vedevo da tempo le sue illustrazioni e ho voluto parlare con lei per togliermi delle curiosità sulla nascita delle sue strisce comiche e delle sua magliette a tema danza del ventre

Quando danza e disegno si incontrano e magari si unisce anche del sano umorismo può nascere qualcosa di veramente straordinario. Per questo motivo ho voluto fare una piccola intervista ad una ballerina ed illustratrice che trovo bravissima! Pronte a conoscere meglio Anna R. Carrino?

Come nasce la passione di Anna R. Carrino

Eleonora Amira: Intanto grazie per aver accettato di fare questa piccola intervista. Vuoi presentarti brevemente? Come è nata questa idea di unire la danza al disegno?

Anna R. Carrino: Ciao, grazie a te per avermi inviata sul tuo blog! Mi chiamo Anna, sono una disegnatrice, fumettista e insegnante di danza orientale. Nel tempo queste tre attività si sono incontrate e fuse naturalmente perché amo ciò che disegno e disegno ciò che amo.

 

E.A.: Che tipo di studi hai fatto che ti hanno portata a sviluppare questo talento?

A.C.: Il talento per il disegno è una dote innata: ho iniziato a due anni e la mia prima opera d’arte è stato un murale di scarabocchi sulla tappezzeria della sala da pranzo! Non ho frequentato corsi di studi artistici, cosa di cui mi pento.

Ho realizzato solo dopo i vent’anni che avrei voluto fare della mia passione per il disegno una vera professione: ho superato le selezioni per un corso di formazione professionale per fumettisti dove, per nove mesi, mi sono dedicata esclusivamente al disegno e ad apprendere la tecnica del fumetto. È stato bellissimo! Da lì sono iniziate le collaborazioni con diverse riviste e case editrici.

 

E.A.: Quanto di ciò che racconti con le tue strisce ti è accaduto realmente?

A.C.: Nel 2003, del tutto casualmente, sono entrata nel magico mondo della danza orientale ed ho cominciato a disegnare danzatrici e strisce comiche. Tutto ciò che ho disegnato nelle mie vignette è frutto di esperienze reali e mi è accaduto personalmente – ahimè – durante varie esibizioni!

Anna R. Carrino

Il ruolo della danza

E.A.: Oltre a disegnarla, che ruolo ha per te nella tua vita la danza orientale?

A.C.: La danza è diventata essenziale nella mia vita! È la mia valvola di sfogo, un modo per mantenermi sana nel corpo e nello spirito. L’insegnamento poi è un’esperienza meravigliosa. Amo dare tutto ciò che posso alle mie allieve e quello che ricevo in cambio sono beni preziosi: tanto affetto, stima, allegria. Le risate che ci facciamo a lezione! Impagabili!!! Ribadisco: la danza è essenziale e penso che le donne che le si avvicinano abbiano una marcia in più!

 

E.A.: Come hai deciso di avviare una linea di accessori e magliette con le tue illustrazioni?

A.C.: L’idea di creare delle t-shirt mi è stata data dal mio fidanzato. Quando ho creato la mia pagina su Facebook – Anna R. Carrino Design – la mia idea era quella di vendere stampe fotografiche e quadri, ma non ho avuto riscontri. La mia metà, che adora le t-shirt con le illustrazioni di fumetti e videogame, mi ha consigliato di stampare i miei lavori su borse e magliette e l’attività ha avuto inizio. Le magliette e le maxi shopper vengono realizzate solo su ordinazione, con perizia artigianale, da due diversi laboratori che ho selezionato per la qualità delle stampe e dei materiali

Anna R. Carrino

Quando la pagina Facebook ha iniziato ad essere conosciuta da danzatrici di tutto il mondo mi sono “appoggiata” al sito Redbubble. Anche i loro prodotti sono di ottima qualità, inoltre il sito mi ha consentito di poter commercializzare le mie illustrazioni su articoli che prodotti in piccole quantità sarebbero risultati troppo costosi per la vendita: tazze, orologi da parete, quaderni, cover per cellulari, cuscini, copri piumoni, leggings e molto altro.

 

E.A.: È stato un percorso difficile? Che consiglio ti senti di dare a chi vuole seguire il tuo esempio?

A.C.: Per seguire un’attività on-line, specie se diretta, bisogna avere un’attitudine al contatto col pubblico (anche se “virtuale”), tempo, pazienza e la capacità di trovare laboratori che garantiscano davvero un’alta qualità di stampa.

Dove acquistare i prodotti di Anna 

Eleonora Amira: Dove è possibile acquistare i tuoi prodotti?

Anna R. Carrino: Sulla mia pagina FacebookAnna R. Carrino Design – si possono acquistare le t-shirt della B&C cotton, le canottiere della Fruit of the loom, le maxi shopper con stampa tipografica ad alta risoluzione e le spillette tonde, stile 80’s. Invito le tue lettrici a seguire la pagina e a scrivermi per approfittare di uno sconto del 15% su tutte le t-shirt e le canotte! Specificate: “Eleonora Amira”!

Inoltre nel mio negozio virtuale sul sito Redbubble si può trovare di tutto, spesso con sconti giornalieri che vanno dal 15 al 30%, su tutti gli articoli o su specifici settori. Il mio consiglio è di visitarlo spesso o di seguire la mia pagina Facebook dove segnalo puntualmente le campagne di sconto e la loro durata.

Anna R. Carrino

Grazie mille a te e a tutte le tue lettrici! Vi aspetto su Facebook!

 

[Questo articolo nasce su mia iniziativa. Voglio sponsorizzare -quando lo ritengo opportuno- realtà artigianali che meritano visibilità. La scelta è basata sul mio gusto personale e le propongo sul mio blog quando penso ci siano affinità rispetto al mio mondo artistico e alla mia mission. Non ho percepito e non percepirò alcun compenso per eventuali acquisti che deciderete di fare da Anna R. Carrino.]

 
Ti è piaciuto l'articolo? Il tuo voto contribuirà a creare contenuti migliori.
  • SI 
  • NO 

No Comments

Post a Comment

+ 73 = 74