Eleonora Amira/Consigli per ballerine /Usare i quaderni: tante idee (anche per la danza!)
usare i quaderni

Usare i quaderni: tante idee (anche per la danza!)

Quante di voi acquistano quaderni, notebook, agende e poi.. si ritrovano a non usarli per paura di rovinarli o, peggio, per assenza di idee?! Oggi parliamo di alcune modalità, alcune legate alla danza, per dar vita a questi splendidi gioielli di carta che non riusciamo a resistere dal comprare. Siete pronte ad iniziare ad usare i vostri quaderni?

Ne parlavo qualche giorno fa sul mio profilo Instagram: ho sempre un po’ timore ad usare i quaderni e, come me, è emerso che anche voi ne avete. Allora mi son detta, visto che condividiamo in tante la passione per la cancelleria perché non iniziare ad usare al meglio questi quaderni? 

Prima di condividere delle idee su come si potrebbero usare, voglio anche spiegarvi il perché dovremmo iniziare a farlo!

Perché è importante usare i quaderni?

Acquistare notebook e quaderni denota la nostra voglia di mettere nero su bianco qualcosa, qualsiasi cosa e forse non tutti sanno che la scrittura può diventare un potentissimo mezzo anche in termini di terapia.

Mettersi seduti, dedicarsi del tempo lontane dal pc o dallo smartphone, e scrivere.. calma immediatamente la mente e permette ai nostri pensieri sempre affollati e in corsa di fermarsi, rilassarsi e trovare un equilibrio.

Scrivere ci aiuta a definire e dar forma alle nostre idee, ci aiuta ad organizzarci al meglio. Ci permette di tirar fuori quello che abbiamo dentro, leggerlo e affrontarlo con razionalità e ordine.Usare i quaderni

Ma scrivere è anche un modo per non dimenticare, per fissare su carta ricordi e pensieri, per tenere traccia di ciò che amiamo per recuperarlo in un istante. 

E allora.. cosa c’è di meglio di prendere carta e penna e iniziare subito a usare i quaderni acquistati negli anni? Ecco qualche idea per usarli al meglio.

Usare i quaderni per organizzare

Il quaderno delle liste

Sono un’amante delle liste, il problema è che le sparpaglio ovunque, e all’occorrenza, non le ritrovo mai. Quindi ho deciso: un quaderno diventerà il quaderno delle liste. Scrivo liste praticamente per tutto: libri da leggere, viaggi da fare, cose da acquistare, post da scrivere sul blog, cose da fare, coreografie da montare.. potrei andare avanti per ore!

Prima di uno spettacolo, prima di un viaggio, prima di affrontare qualche impegno faccio delle liste. Un modo molto utile per usare i quaderni può essere proprio quello di sceglierne uno da dedicare alle liste e tenere così traccia non solo di tutto quello che vogliamo fare, ma anche di tutto quello che siamo riusciti effettivamente a fare

Riuscire a portare avanti ciò che ci prefiggiamo inoltre è un ottimo “boost” per l’autostima: provare per credere!

Quaderno dei progetti

Quale che sia la vostra attività potrete raccogliere in un quaderno ad hoc tutto ciò che vi occorre per portarla avanti al meglio: sartoria, gioielleria artigianale, progetti social..

Sul quaderno dei progetti si possono disegnare anteprime, elencare materiali necessari alla realizzazione, fissare scadenze e roadmap: tutti i vostri progetti possono confluire in un quaderno che vi permetta di organizzarli al meglio, partendo dall’idea e sviluppandola fino a farla diventare realtà!

Se siete in questo blog è molto probabile che alcuni dei vostri progetti riguardino la danza, allora ecco qualche suggerimento specifico per dei “quaderni di danza”.

Quaderni per ballerine

Come utilizzare i notebookQuaderno delle coreografie

Un quaderno che può tornare veramente utile a noi ballerine è quello delle coreografie: ci si può inserire non solo la coreografia “scritta” (cosa che suggerivo da fare anche quando parlavamo di come imparare una coreografia), ma anche la musica usata, il tipo di interpretazione, le posizioni e l’uso dello spazio scenico e gli abiti da usare.

Questo quaderno può essere utile sia per le insegnanti che devono raccogliere le idee per il loro lavoro, sia per le allieve che possono così avere uno strumento per ricordare tutte le coreografie studiate e avere tutto in ordine prima di uno spettacolo.

Quaderno degli spettacoli

Come per il quaderno delle coreografie, quello degli spettacoli può essere estremamente utile per insegnanti e coreografi al fine di coordinare cambi di palco, ordine di uscita dei gruppi, calcolare i tempi necessari ai ballerini per cambiarsi

Il quaderno degli spettacoli tuttavia può essere usato anche per scrivere il concept, raccogliere materiale per la realizzazione, racchiudere bozzetti di abiti ed esempi di trucco di scena.

Ma il bello de quaderni è racchiudere tutto, dalle nostre passioni alla nostra essenza. Anticipavamo all’inizio che scrivere può diventare una vera e propria terapia, ecco quali sono i migliori quaderni da tenere con questo scopo.

Non solo danza, ma anche crescita personale

Il quaderno degli obiettivi (e dei primi passi)

Nelle liste non dimentico mai di inserire anche degli obiettivi da raggiungere, ma per gli obiettivi si può usare anche un secondo quaderno, da collegare a quello delle liste. 

Scriviamo i nostri obiettivo sul quaderno delle liste e mano a mano che decidiamo di raggiungerne uno prendiamo il secondo quaderno. Questo quaderno è il più prezioso di tutti, raccoglie il nostro impegno, mette in evidenza la nostra crescita personale e soprattutto ci aiuta a far chiarezza su come raggiungere ciò che abbiamo in mente. 

Tempo fa, sia su Instagram e sia sulla mia Newsletter vi parlavo del mio metodo del “primo passo”. Il quaderno degli obiettivi lo chiamo anche dei primi passi per questa ragione. Questo metodo è molto semplice: penso a qualcosa che voglio raggiungere e la scrivo nero su bianco. Poi mi chiedo: qual è il primo passo da fare per arrivare a quel risultato? 

Spesso non riusciamo a raggiungere ciò ce ci prefiggiamo perché il risultato ci sembra lontanissimo, ma ogni grande viaggio inizia da un primo passo e questo va sempre tenuto a mente. Cosa vuoi fare nella tua vita? Cambiare lavoro? Bene, qual è il primo passo che puoi fare oggi stesso? Magari aggiornare il CV. Scrivilo, e poi mettiti all’opera. Poi chiediti qual è il secondo e così via. Sarà un viaggio fatto di piccoli passi che ti porterà con altissima probabilità proprio dove desideri andare!

Quaderno della gratitudine

Questo è uno dei quaderni più usati, più scritti e più consigliati al mondo: racchiudere in un unico quaderno tutto ciò per cui, quotidianamente siamo grati.

Scrivere sui quaderni

Ognuno ha il suo modo di scrivere il quaderno della gratitudine: si possono inserire immagini, disegni, ritagli di giornale, frasi. A fine giornata chiediamoci sempre, per cosa siamo grati oggi? È bellissimo vedere quanto anche nelle giornate più negative c’è sempre qualcosa per cui vale la pena essere grati, che ci fa tornare il sorriso. Bene, quel qualcosa andrebbe scritto in questo quaderno da sfogliare ogni giorno, soprattutto nelle giornate “no”, dove sembra che nulla vada per il verso e la direzione giusta.

Molte delle cose che ci rendono grate per la nostra vita sono le nostre passioni, perché non dedicare ad esse dei quaderni specifici?

Usare i quaderni per le passioni

Quaderno dei viaggi (e dei sentieri)

Molte persone hanno l’abitudine di creare meravigliosi quaderni di viaggio, anche con la tecnica dello scrapbooking. Io li adoro, ma non ho mai avuto la pazienza di raccogliere tutto il materiale di viaggio per poi racchiuderlo al ritorno.

quaderno di viaggioHo sempre creato invece dei quadernetti con le cose da vedere, i luoghi in cui mangiare e avere così una guida personalizzata sulla base di quello che avevo in mente di fare in quelle città e in quei luoghi che avevo l’opportunità di vedere.

Da qualche anno mi sono però appassionata al trekking e un quaderno che potrebbe creare qualsiasi amante di questa attività è il quaderno dei sentieri. All’interno si può fare, per ogni viaggio o regione una lista di quelli che si desiderano fare e poi una descrizione di tutti quelli fatti. Anche questo quaderno può essere corredato di immagini, disegni e simboli a rappresentare le varie caratteristiche del sentiero (bellezza, difficoltà, durata e così via).

Ma quali altre passioni abbiamo? Magari la fotografia, la pittura, il disegno, o anche la lettura, i film, la cucina, gli animali, i fiori.. tutto può essere racchiuso in quaderni: liberate la vostra fantasia, prendete la penna, aprite quei quaderni e riempiteli di voi!

Io ora chiudo qui, aspetto di sapere come userete i vostri quaderni e inizio subito a compilare i miei! Ci aggiorniamo su Instagram!!

 

Ti è piaciuto l'articolo? Il tuo voto contribuirà a creare contenuti migliori.
  • SI 
  • NO 

Comments: 2

  • Carlo
    Rispondi 16/05/2021 20:17

    Complimenti per l’articolo originale e di grande ispirazione!

Post a Comment

− 5 = 3